Bando Unioncamere

Per possibile recupero del 50% 
spese hardware e sviluppo siti


Unioncamere Piemonte
 ha attivato un Programma di finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo di un approccio ambientale del settore delle micro piccole medie imprese. 

Dettagli

I soggetti beneficiari di tale intervento sono le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) aventi unità locale operativa attiva in Piemonte.

Ciascuna impresa può beneficiare al massimo di un contributo pari a 5.000,00 euro per una sola unità operativa locale per ciascuna provincia piemontese.

Il contributo a fondo perduto sarà il 50% delle spese sostenute (al netto dell’iva)

É prevista la cumulabilità con altri aiuti pubblici concessi per gli stessi costi ammissibili, fermo restando il non superamento dell’importo rendicontato.

LINEA C – SMART WORKING

Spese ammissibili

Le voci di spesa, già sostenute a partire dal 01/02/2020 o che potreste sostenere entro il 30/09/2020 sono le seguenti:

Spese per acquisto di notebook, tablet e altri device purché finalizzati al lavoro a distanza dei dipendenti; spese per l’acquisto di tecnologie e servizi (anche sotto forma di abbonamento) in CLOUD in grado di garantire forme di collaborazione a distanza.

Spese per acquisto e installazione VPN, VoiP, sistemi di Backup/ripristino dei dati Sicurezza di rete;

Spese per software per servizi all’utenza (es. SITI WEB, app, integrazioni con provider, servizi di pagamento, piattaforme di E-COMMERCE e sistemi di delivery, ecc.)

Pertanto, venendo a casi pratici, eventuali notebook acquistati per mettere in condizioni i dipendenti o i titolari stessi per poter lavorare da remoto oppure lo sviluppo di un sito che consenta di dialogare con i clienti (ricevere richieste di supporto o informazioni, ordini cliente, vendita a distanza) sono tutte situazioni compatibili con il testo del bando.

La prossima finestra temporale per presentare la domanda scade il 31 ottobre 2020 e, salvo disponibilità dei fondi, è prevista un’ulteriore finestra ( 30 novembre 2020).

Per qualsiasi chiarimento siamo a disposizione cliccando sul pulsante qui di seguito.

Condividi:

Altre news

L’assistenza non va in ferie

A seguito dell’emergenza COVID che ha colpito duramente la ns. economia, considerando che molte aziende e studi potrebbero valutare di lavorare anche durante il mese